Bruttacopia.
Succede che un giorno a pranzo piombano all’ingresso dell’hotel che non è proprio l’ingresso, è il bar, l’ingresso è al piano di sopra, questi due alti e belli, che sembrano proprio aver sbagliato posto. Saranno sui trentacinque, trentacinque nelle rughe e nei capelli grigioneri. Si vede anche di lontano che son della razza dei maschi trionfatori, lo si vede per come camminano, con il passo da conquistatore e il loro incedere sprezzante che dice bellefighe rottincuili siamo qua noi, le nostre camicie sbottonate, i nostri anelli, le nostre mani grandi, siam qua noi, niente paura, ce n’è per tutti.

Originale.
Succede che un pomeriggio di questi, verso sera, capita al bar dello Sporting dove tutti siamo rintatati un gran figone, alto e bello, tutto biondazzurro e colorato che si siede e ordina un drinkaccio. Avrà si e no i nostri ventidue anni e si vede anche di lontano che è un figlio della buona razza dei maschi trionfatori, lo si vede per come cammina, con il passo da conquistatore e il suo incedere sprezzante che dice bellefighe rottincuili son qua io, niente paura ce n’è per tutti.

Annunci